Mostri

Una volta ho avuto la curiosità di sfidare il sonno
E lo volevo abbattere con il caffè
L’idea era di passare la notte in bianco
E ripassare per gli esami con una tazza accanto
Ho sottovalutato la sua importanza
Mi son detta “che sarà mai”
Dopo quel giorno che sembrava infinito
Sono terrorizzata dal rivederci duellare
Mi avevano parlato dei mostri immaginari
Di quelle ombre dalle sagome agghiaccianti
Che si cibano della paura che irradia dai corpi affaticati
Ma queste voci mi sembravano assurdità
Quella notte li ho visti e sono tornata subito a letto
Rannicchiata nelle coperte con gli arti supplicanti
Mi sono imposta di dormire, ma gli incubi non mi davano tregua

© living in verses

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s